Cerchio alla testa? La terapia integrata che può aiutarti ad eliminarlo

Cerchio alla testa? La terapia integrata che può aiutarti ad eliminarlo

Cerchio alla testa? La terapia integrata che può aiutarti ad eliminarlo

Partiamo dal principio.
Il mal di testa è un sintomo aspecifico che è caratterizzato da dolore a livello della testa intesa come cranio, collo e viso.
Esso può essere causato da patologie sia gravi che leggere.
Il mal di testa improvviso e lancinante (“tipo lame che trafiggono il cervello”) può essere espressione di un evento iperaccuto e potenzialmente grave e va sempre indagato con urgenza.

Detto ciò il nostro intento è quello di andare a comprendere le cause e le possibili soluzioni per la cefalea di tipo cronico, che nonostante possa essere anche di intensità lieve-moderata, può essere invalidante per la vita del paziente in modo importante, influendo sulle attività quotidiano e/o le attività lavorative.

Ho un continuo e fastidioso cerchio alla testa

Molti di noi utilizzano spesso questa espressione per descrivere un mal di testa magari non forte, ma certamente spiacevole. In effetti, l’immagine di un cerchio che stringe la testa è quella che meglio esemplifica questo malessere.

Responsabile di tutto ciò e la cefalea di tipo miotensivo ovvero dovuto alle tensioni muscolari.
Non è un disturbo invalidante come l’emicrania, è però alquanto molesta e fastidiosa, un po’ come quando si è costretti a camminare con un sassolino nella scarpa. Questa cefalea, infatti, ci accompagna spesso per tutta la giornata. Spesso ci si sveglia già al mattino con questa fastidiosa compagnia.

E’ una situazione complessa e di difficile gestione. Questo succede perché, malgrado la cefalea di tipo tensivo sia molto diffusa nella popolazione generale, non conosciamo con precisione le cause e, di conseguenza, non disponiamo di farmaci specifici che risolvano definitivamente il problema.

Ma come si presenta la cefalea tensiva? La caratteristica principale è quella di un dolore diffuso che “stringe tutto il capo”, costante, non intensissimo e di durata variabile (da poche ore a giorni), senza altri particolari sintomi di accompagnamento.
Si associano spesso alla cefalea di tipo tensivo, essendone causa diretta o indiretta:
· stati continui di tensione psichica e fisica;
· posture scorrette;
· anomalie della masticazione;
· ansia;
· depressione;
· insonnia;
· alterazioni della colonna vertebrale.

A nostro avviso la terapia farmacologica, spesso inefficace e caratterizzata da frequenti effetti collaterali (infiammazione gastrica, aumento della pressione sanguigna, interferenza con alcuni farmaci “salvavita” etc.), è solo uno degli aspetti terapeutici da prendere in considerazione.

A livello di approccio trrapeutico integrato le strade da seguire sono 2:
1. indagare l’elemento causativo della cefalea miotensiva, che sia esso psicologico o fisico, e capire quanto margine di intervento c’è per agire sulla causa. Ad esempio facendo una valutazione posturale globale, una colloquio per capire il nostro assetto psico-emotivo ed eventuali indagini strumentali mirate ad una corretta diagnosi medica;
2. agire sulla sintomatologia per dare sollievo alla persona che spesso si sente logorata dalla cronicità della situazione. Esistono tantissimi approcci terapeutici integrati che possono dare ampio sollievo alla sintomatologia (accompagnando/completando una eventuale terapia farmacologia già in atto). L’agopuntura, la fisioterapia, la terapia manuale osteopatica, la valutazione nutrizionale e la corretta gestione dello stress tramite un percorso psicologico sono tutti elementi di fondamentale importanza per diminuire o addirittura eliminare gli episodi di cefalea miotensiva!


Prenotazioni

Powered by BreezingForms

Prenota ora il test sierologico COVID-19!

Compila il form per entrare nella lista delle prenotazioni per il test sierologico COVID-19

Scopri i dettagli!